La sua è stata una gara da manuale: grande partenza, guida perfetta fino all’ultima curva ed una serie interminabile di giri al comando. Stiamo parlando di Nico Rosberg, che in Austria, in occasione del gran premio di Formula 1, sembra aver indossato i panni di Hamilton fino alla bandiera a scacchi.

Ecco, per la seconda volta dopo il gran premio di Spagna, quello di Monaco non fa testo, Rosberg ha dimostrato di poter avere le carte in regola per lottare alla pari con Hamilton. Quindi, i più speranzosi vedranno nella sua vittoria una timida speranza della riapertura del campionato piloti, mentre i più maliziosi penseranno che sia stato un episodio architettato dalla Mercedes per interrompere la monotonia di un Hamilton imbattibile.

Ad ogni modo Rosberg, coglie l’occasione, la terza nella stagione 2015, per festeggiare e racconta la sua gara perfetta. “È una sensazione fantastica vincere di nuovo qui. La partenza è stata decisiva per la mia gara. È stata una grande partenza, sono riuscito a difendermi nelle prime curve, nelle quali c’è stata una bella lotta, e poi ho spinto al massimo. È stato bello poi vedere che il gap su Hamilton si ampliava costantemente, perché ero più veloce di lui e questo è importante. Inoltre ho recuperato dei punti, ora sono solo a -10, quindi è stata la giornata perfetta”.

Dunque, di nuovo a meno 10, non troppo distante dunque per pensare al titolo piloti, ma ancora abbastanza lontano da Hamilton, che potrà studiare la strategia migliore per rimettere il tedesco in condizione di non nuocere alla sua classifica. D’altra parte, il prossimo gran premio si correrà a Silverstone ed il campione del mondo ha tutte le intenzioni di ben figurare nella gara di casa.

Quindi staremo a vedere se Rosberg avrà la concentrazione per provare ad infastidire Hamilton nel gran premio inglese, o se dovrà subire il ritorno del campione del mondo.