Se c’è un pilota che gongola al termine delle qualifiche del gran premio di Formula 1 di Sochi, quello è sicuramente Nico Rosberg, che vede la possibilità concreta di allungare in classifica, con Hamilton e Vettel penalizzati per via di problemi tecnici.

“In questo weekend i miei avversari principali, ovvero Hamilton e Vettel, sono incappati in problemi tecnici, quindi avrò sicuramente un vantaggio. Ma personalmente non voglio contare troppo sulle sfortune altrui, quello che mi fa piacere è essere stato molto veloce oggi, era ciò che volevo e voglio restare concentrato anche per domani perché comunque debbo mantenere la mia posizione di testa fin dal via”.

Una posizione che Rosberg sapeva che avrebbe conquistato agevolmente. “Nell’ultimo giro della Q3 ho commesso un errore, ma vedendo il tempo ottenuto in precedenza ero piuttosto tranquillo di poter centrare la pole position perché in Q2 avevo notato che le Ferrari erano comunque piuttosto lontane. Poi è chiaro che non hai mai la certezza e non ne sono stato sicuro fino a quando non mi hanno detto che Vettel era terzo”.

Comunque, al di là della pole, Rosberg è soddisfatto dei progressi della sua monoposto. “Siamo molto soddisfatti del risultato delle qualifiche, abbiamo migliorato sotto diversi aspetti la vettura, specialmente nel bilanciamento, ma anche se partirò in pole non sarà una gara facile. Certamente avere gli avversari dietro a me sarà un vantaggio non indifferente, ma deve essere così anche alla bandiera a scacchi. Sappiamo che la Ferrari lavora moltissimo per raggiungerci e nelle ultime gare è stata molto vicino a noi. Qui sembra che siamo più forti, dunque dovremo sfruttare l’occasione per guadagnare altri punti su di loro”.

Infine, molto diplomaticamente, ha speso una parola per il suo compagno di squadra, che sta vivendo un momento sfortunato in questa stagione di Formula 1. “Purtroppo anche oggi abbiamo avuto dei problemi tecnici sulla macchina di Lewis e questa non è una bella notizia, ma sono certo che il team sappia lavorare nel migliore dei modi per risolverli”.