La formula 1 riparte da Silverstone, patria dell’automobilismo, non a caso molte scuderie hanno la propria sede in Inghilterra e, Force India e Red Bull addirittura nei pressi dell’autodromo. Si tratta di una pista impegnativa, con un tratto di curve veloci davvero entusiasmanti.

Nelle prove di oggi, nelle seconde libere, quelle più importanti prima delle qualifiche, c’è stato il predominio Mercedes, con Rosberg che ha ottenuto il primato nel giro secco, grazie ad un tempo di 1.34.155. L’aspetto interessante è che dietro di lui si è piazzato un ottimo Kimi Raikkonen, al suo secondo tentativo con le gomme da qualifica.

Iceman, forse scosso dalle troppe voci di mercato, ha viaggiato a poco più di 3 decimi da Rosberg, staccando di un decimo l’ingombrante compagno di squadra Sebastian Vettel. Più dietro Hamilton, a quasi mezzo secondo dal figlio d’arte.

Anche in questo caso, il risultato sembrerebbe figlio delle circostanze: traffico, voglia di non spingere troppo, piuttosto che di una situazione tecnica in regresso. Quello che sorprende invece è il quinto posto di Kvyat nella classifica dei tempi, ancora una volta davanti a Ricciardo.

Non male neanche il settimo posto di Verstappen, che anticipa nella graduatoria dei giri veloci del venerdì, rispettivamente, Hulkenberg, Sainz e Massa. Questo per quanto riguarda il giro secco, ma nella seconda sessione di prove libere, come di consueto, si è provato anche il passo gara.

Da questo punto di vista segnaliamo una grande performance di Rosberg, capace di andare, in maniera esclusiva, sotto il minuto e trentotto secondi, e seguito a non troppa distanza da Vettel, anche lui concreto e con la vettura che sembrerebbe a posto.

La notizia, è la difficoltà di Hamilton nel viaggiare sullo stesso ritmo del compagno di squadra, una situazione che potrebbe generare scenari preoccupanti per il campione del mondo nella giornata di domenica.

Ma ovviamente, siamo solo a venerdì, per cui è necessario attendere la giornata di domani, e la fine delle qualifiche, per avere un quadro migliore della situazione.