Fino ad ora non c’è stata partita: Lewis Hamilton ha messo sempre dietro Nico Rosberg, anche in qualifica, dove lo scorso anno il tedesco aveva dato più di qualche grattacapo al campione del mondo. Il duello tra i compagni di squadra con la migliore monoposto della formula 1 attuale riprende in Spagna e Rosberg vuole rifarsi.

“Il Bahrain mi ha dato fiducia, ho corso una gara d’attacco, ho fatto bei sorpassi alle Ferrari. Insomma è arrivato il momento di fare ancora meglio”. Ha esordito così il figlio d’arte, che poi ha risposto ad un giornalista che gli faceva notare il divario di prestazioni con Hamilton.

“Grazie per la gentile domanda, ha affermato, finora i risultati dicono che io sono stato più lento, è un dato oggettivo. Devo sfruttare al meglio i weekend, finora non ci sono riuscito, a volte ho fatto bene, a volte no. Devo mettere insieme tutti i pezzi e fare bene da qui in avanti. Devo ottimizzare i fine settimana, tutto qui”.

Insomma, i classici buoni propositi, che poi sarà indispensabile tramutare in risultati sul campo per non vedere scappare ulteriormente in classifica il suo compagno di squadra, quel Lewis Hamilton che sembra attraversare una sorta di periodo idilliaco, e si trova in quello che molti definiscono uno stato di grazia.

“Sono un essere umano ma cerco di eccellere in ogni modo, ha spiegato il campione del mondo, sono contento di come sono andate le gare, sin qui, sono state molto solide. Ma adesso siamo in una fase della stagione che arriva dopo una pausa ed in cui si riparte tutti da zero. E’ necessario ricaricarsi e rimanere concentrati sull’obiettivo di vincere”.

Vedremo da oggi se Lewis ha ricaricato le batterie in questa pausa, e se Nico sia stato capace di recuperare la concentrazione e la determinazione per sfidare con piglio deciso il suo collega di box, attualmente in condizioni straordinarie. Magari da Montmelò potrebbe rinnovarsi la sfida dello scorso anno.