Se c’è un pilota, oltre a Vettel, che può essere pienamente soddisfatto delle sue qualifiche in occasione del gran premio di Formula 1 di Singapore, quello è sicuramente Daniel Ricciardo. Il driver della Red Bull che ha centrato un’ottima seconda posizione in griglia e che domani partirà in prima fila accanto al tedesco della Ferrari.

“E’ bello tornare in prima fila, era tanto tempo che non riuscivo a piazzarmi così avanti. Poi la cosa curiosa è che sono qui con Vettel in pole position e non c’è neanche una Mercedes nelle prime tre posizioni, quindi è stata una bella sorpresa per tutti”.

Quindi la speranza è quella di salire sul podio e tornare a vedere la folla dall’alto proprio come gli è capitato spesso durante il 2014. “Ieri noi siamo andati bene ed abbiamo visto che le Mercedes non sono particolarmente a loro agio su questo circuito, quindi dobbiamo cercare di sfruttare le loro difficoltà. Domani sarebbe bello tornare ancora qui, perché vorrebbe dire salire sul podio”.

In un circuito dove il motore non è determinante, la Red Bull riesce a sfruttare al meglio la sua aerodinamica, quella per cui è sempre temibile come si è visto anche in Ungheria. “Sono molto contento per la squadra, perché abbiamo fatto dei grandi progressi da Silverstone, ma soprattutto da Budapest. Ci aspettavamo di andare bene su questa pista e proveremo a confermarci domani”.

Quindi, una pista che ha dato conferme agli uomini della scuderia di Milton Keynes, sempre pronti a cogliere l’occasione giusta e che sanno come si vince, visto che con Vettel hanno conquistato ben 4 titoli mondiali. Vedremo domani, se la Red Bull riuscirà ad andare veloce durante la gara e se la power unit Renault riuscirà a reggere il gravoso impegno richiesto.

Occhi puntati su Daniel Ricciardo domani, ma bisogna considerare che anche il suo compagno di squadra, Daniil Kvyat, è da tenere d’occhio visto che parte in seconda fila dietro a Raikkonen.