Ci siamo, la notizia che in molti aspettavano da tempo è stata confermata: la Renault torna ufficialmente in Formula 1 come Costruttore, e nel 2016 non si limiterà a produrre motori ma realizzerà una nuova monoposto rilevando la struttura della Lotus.

Infatti, è ufficiale che la Casa della Losanga abbia acquistato la maggioranza delle azioni del team di Enstone ed abbia risolto, una volta per tutte, la situazione legata ai debiti della Lotus, dimostrando a chi di dovere di aver saldato tutte le pendenze.

Dunque, la Renault torna a competere come ai tempi di Alonso e Briatore, anche se quegli anni sono lontani ed altri costruttori, come Honda, hanno avuto serie difficoltà solamente affrontando la sfida delle power unit. Ma ormai non c’è più tempo per tornare indietro, la sfida è partita, e i vertici della Losanga vogliono tornare protagonisti.

Certo, ci vorrà del tempo e, per prima cosa, bisognerà realizzare una monoposto che possa essere un’ottima base per il futuro. Quindi il 2016 si annuncia come una stagione di rilancio, e per questo saranno necessarie forze nuove e piloti esperti.

Non a caso il sostituto di Grosjean potrebbe non essere Palmer, come annunciato dalla Lotus, ma un altro driver con più esperienza come Vergne. Dunque, tutto è in divenire, e ci sarà bisogno di tempo prima che le cose inizino ad andare come si auspicano i vertici della Casa transalpina.

Nell’organico del team inoltre, sarà coinvolto anche il quattro volte campione del mondo Alain Prost, che, con la sua esperienza, potrà senz’altro essere utile alla causa. Chiaramente, dopo la vicenda con la Red Bull che ha caratterizzato il 2015, alla Renault hanno voglia di competere e di dimostrare al mondo intero che le accuse provenienti dal Milton Keynes erano infondate.

Vedremo quante stagioni occorreranno al Costruttore francese per tornare al vertice e se, nel prossimo futuro, arriverà anche un top driver capace di far rivivere i successi di Alonso.