Non è stato certo un bel gran premio per Kimi Raikkonen, il pilota finlandese ha avuto difficoltà a guidare la sua “rossa” già dalle prove del venerdì, quando si lamentava per una pista troppo scivolosa. Poi, in gara le cose non sono andate meglio, nonostante la grande partenza, e Iceman ha dovuto accontentarsi della quinta posizione finale.

Nonostante il suo impegno ed una combattività che non aveva da tempo, Kimi è finito dietro persino alla Williams di Bottas e non può certo esserne contento, visto che i rumors indicano proprio il pilota della scuderia inglese come suo sostituto alla guida della Ferrari.

“Non so perché non siamo riusciti a prenderli, appena arrivi dietro all’altra monoposto, la vettura si comporta peggio, la guida è difficoltosa, era difficile superare anche perché loro erano molto veloci in rettilineo”. Parole che sottolineano la situazione difficile vissuta in gara, dove è bene ricordarlo, Kimi ha corso con la vecchia configurazione aerodinamica, adottando solamente la nuova ala posteriore.

“In fondo è stata la cosa migliore per tutti noi vedere come potesse essere con il vecchio pacchetto rispetto a quello nuovo. Forse sarebbe stato meglio usare lo stesso di Sebastian, ma almeno adesso lo sappiamo. Ma per tutto il weekend ho avuto grosse difficoltà”.

Insomma, una situazione che ha portato Iceman a riflettere sulle parole di delusione espresse dal team principal Maurizio Arrivabene alla fine della corsa. “Dobbiamo fare un lavoro migliore, fare un weekend pulito senza problemi, anche quelli piccoli, per fare in modo che tutto sia migliore come nei weeken precedenti”.

Già, le sbavature non sono ammesse in una gara di formula 1 perfetta, soprattutto quando gli avversari migliorano corsa dopo corsa e perfezionano anche il minimo dettaglio. Infatti, mentre la Ferrari ha portato in Spagna un’aerodinamica ancora più spinta, la Mercedes si è concentrata su piccoli affinamenti, rendendo ancora più performante una monoposto nata vincente.