Era atteso a Spa, è atteso a Monza, stiamo parlando di Kimi Raikkonen, il pilota Ferrari che ha appena rinnovato il suo contratto con il Cavallino Rampante e vuole dimostrare di essere ancora quello del 2007, quando vinse il campionato del mondo proprio con la Scuderia di Maranello.

Certo, il gap con le Mercedes non induce Iceman ad essere ottimista, ma dalle dichiarazioni del venerdì, nelle quali ha affermato di voler migliorare la sua guida, trapela la volontà del pilota finlandese di fare di più, di impegnarsi a fondo per portare nuovi successi al suo team.

“E’ stato un venerdì abbastanza nella norma, tutto è andato in maniera piuttosto regolare. Da parte mia non ero contento di alcuni piccoli fattori, anche per quanto riguarda la mia guida, quindi dovrò cercare di migliorare nella giornata di domani. Direi comunque che è stata una partenza positiva perché non siamo incappati in nessun grosso problema ed abbiamo portato a termine il lavoro pianificato”.

Operazioni di routine dunque, se si può parlare di routine in Formula 1, e tanto lavoro da portare avanti anche nella giornata di domani, nella quale tutti i tifosi si augurano che possa ambire a qualcosa di meglio del sesto posto nella classifica dei tempi maturato oggi.

Ma è chiaro che le speranze più grandi anche sull’operato di Raikkonen, arrivano dalla gara di domenica, quando sarà fondamentale contare sulla sua capacità di inanellare giri veloci a ripetizione senza usurare troppo le gomme.

“Non lo so ancora com’è il nostro passo, sono appena sceso dalla monoposto, quindi non ho ancora avuto modo di analizzare i dati”. Freddo sulla questione, Iceman, tiene fede al suo nome di battaglia e si concentra sui fatti, in quanto è risaputo che non è un grande comunicatore.

Aspettiamo le qualifiche di domani per vederlo di nuovo all’opera e per capire se avrà il potenziale per battagliare ad armi pari con i migliori ed agguantare, almeno, una preziosa seconda fila.