Kimi Raikkonen non può essere certamente al settimo cielo dopo le qualifiche odierne sul circuito cittadino del Principato di Monaco: ha commesso un altro errore con conseguente toccatina, non è riuscito a sfruttare al meglio le gomme e, alla fine, ha dovuto accontentarsi della sesta posizione in griglia.

Una situazione non certo ottimale in vista di uno dei gran premi di formula 1 più impegnativi della stagione, dove la posizione di partenza risulta, a dir poco, fondamentale. Per questo Iceman è deluso, rammaricato, e punta il dito contro le gomme, che entrano difficilmente in temperatura.

“Non credo che l’incidente di questa mattina abbia influenzato la mia qualifica. Finora la mia macchina è andata abbastanza bene, a parte per il fatto che è stato difficile mandare in temperatura le gomme. Qui occorre qualche giro buono per fare il tempo ed oggi nel mio ultimo run ero troppo lento dietro una Toro Rosso e ho deciso di rientrare. Ero veloce, ma non ho avuto la possibilità di fare un giro pulito. Questa non è stata una giornata molto positiva e domani ovviamente ne pagheremo il prezzo. Cercheremo di fare una buona partenza e da lì si vedrà, anche se non sarà facile. Qui ci sono grandi probabilità di rimanere bloccati dietro ad altre vetture per l’intera durata della corsa ed i sorpassi sono davvero difficili: è per questo motivo che il risultato di oggi è molto deludente”.

Parole che è facile condividere e che spiegano, ancora una volta, come questo gran premio si vince anche con la fortuna dalla propria parte, perché basta un po’ di traffico nelle qualifiche per partire dietro e correre il rischio di rimanere imbottigliati tra le altre monoposto durante le prime fasi della gara, spesso cruciali.

Vedremo domani se Kimi avrà la possibilità di riscattarsi e se la fortuna non gli volterà le spalle come è accaduto oggi.