Di solito non si sbilancia mai, ma questa volta è consapevole che avrà tra le mani una monoposto importante, forse la più importante da quando, nel lontano 2007, vinse il mondiale con la Ferrari. Stiamo parlando di Kimi Raikkonen, che in occasione della presentazione della SF16-H ha dichiarato: “ovviamente si tratta di una vettura nuova con qualcosa di diverso. E’ sempre bello avere fra le mani un’auto nuova e differente da sviluppare. E’ fantastica e le aspettative sono alte indiscutibilmente. L’attesa è stata lunga, ma la speranza è di fare una grande stagione”.

Anche perché, quella attuale, sarà l’ultima per Iceman, a meno che qualcuno a Maranello non decida di effettuare un prolungamento del contratto annuale siglato nel 2015. “Il mio obiettivo è fare un ottimo lavoro e belle gare, cercando di posizionarmi più in alto possibile a fine campionato. Non dovremo pensare solo alla velocità sul giro singolo, ma portare avanti un lavoro preciso e meticoloso fin dai primi test, per poi migliorare nel corso della stagione”.

Parole che sottolineano la volontà di mettersi in luce, e di riscattare tutte le incomprensioni e le giornate storte che hanno macchiato parte della scorsa stagione. Certo, non sarà facile ripetere quanto fatto nel 2007, ma è chiaro che il 2016 offre una grande chance a Kimi Raikkonen. “Rispetto alla mia prima stagione in Ferrari, che fu nel 2007, ho qualche anno in più, è vero, ma io sono sempre lo stesso e ho voglia di fare bene, con grande curiosità per vedere ciò che riusciremo a mostrare in pista. Rispetto ad allora sono cambiate diverse cose all’interno del team a livello organizzativo, Maurizio Arrivabene ha lavorato tanto per dare una svolta e Sebastian Vettel è un ottimo compagno di squadra con il quale mi trovo molto bene dentro e fuori dalle piste. Sono convinto che l’atmosfera sia perfetta per fare un ottimo lavoro”.