Le qualifiche del gran premio di formula 1 di Silverstone 2015 iniziano con un Q1 che mette subito fuori gioco sia Button che Alonso nella gara di casa per la McLaren. Un avvio molto deludente per i due campioni del mondo che faranno fatica nel trovare nuove motivazioni da qui in avanti. Subito velocissime le Mercedes, capaci di rimanere in cima alla classifica dei tempi senza montare la gomma a mescola morbida.

In Q2 esce di scena Verstappen e lo stesso destino tocca alle Lotus di Grosjean e Maldonado. Ottima prova di Sainz, capace di approdare nel Q3 con la Toro Rosso, mentre la Williams inizia a far paura con Bottas, che ottiene il secondo tempo in attesa del Q3. Forse la copertina di Autosprint, con un fotomontaggio che lo veste di rosso con tanto di tuta Ferrari, inizia a fare il suo effetto. Sul filo di lana Raikkonen, con il fiato sospeso fino alla fine per via del nono tempo maturato nel Q2.

Nel Q3 è lotta vera tra le due Mercedes di Hamilton e Rosberg, che al primo tentativo sono divise da un solo decimo, ma poi i tempi non migliorano e così il campione del mondo sigla l’ennesima pole position con il tempo di 1.32.248. Dietro le due Mercedes troviamo le Wialliams, con Massa che si mette davanti a Bottas e quindi con 4 motori Mercedes nelle prime due file.

La Ferrari deve accontentarsi della terza fila, con il tanto chiacchierato Raikkonen che riesce a vincere il confronto con Vettel sul giro secco. Al settimo posto troviamo un ritrovato Kvyat, che anticipa un fenomenale Sainz, mentre chiudono la top ten Hulkenberg, sempre in forma Le Mans, e Ricciardo, alla ricerca della condizione migliore.

Quindi, Hamilton ha conquistato la pole casalinga, e può ragionare sulla migliore strategia da adottare in gara, mentre la Ferrari deve riflettere su questa sua retrocessione in griglia in favore della Williams. Un’involuzione che non ci voleva, ma che può essere riscattata domani durante la gara.