E’ ancora Lewis Hamilton il più veloce in pista, anche in Austria, in occasione delle qualifiche del gran premio di Formula 1 che si correrà domani, il campione del mondo in carica ha fatto segnare il tempo più veloce, fermando il cronometro in 1.08.455.

Dietro di lui, troviamo Nico Rosberg, a 2 decimi di distacco, ma nel Q3 è successo di tutto: sia Lewis che Nico sono usciti di pista e per poco il figlio d’arte non beffava il numero 44 prima di trovarsi al di là dei cordoli anche lui. Segno che le due Mercedes stavano tirando a limite e che l’hanno di gran lunga superato.

Ad ogni modo, Sebastian Vettel, pur facendo un giro da manuale, non è riuscito ad approfittare della situazione, pagando un distacco di oltre 3 decimi da Hamilton e rimanendo a più di 1 decimo da Rosberg. Dunque, obiettivo minimo raggiunto per il tedesco, che domani dovrà caricarsi tutta la squadra sulle spalle visto che Raikkonen non è riuscito nemmeno ad entrare nel Q2, forse per un’incomprensione con il muretto box.

Sempre presenti le Williams, rispettivamente in quarta ed in sesta posizione, con Massa e Bottas, intervallate dall’ottimo Nico Hulkenberg che, galvanizzato dall’effetto Le Mans, ha maturato un grandissimo quinto tempo di giornata.

Notevole anche la prestazione di Verstappen, settimo in griglia di partenza, davanti a Kvyat, Nasr, e Grosjean. Ancora fuori dal Q3 Fernando Alonso, nonostante il nuovo muso della McLaren, mentre anche Ricciardo non è riuscito ad approdare nella parte finale delle qualifiche.

Insomma, ancora una volta le Mercedes sono emerse nella giornata di sabato, dopo aver giocato a nascondersi durante le libere del venerdì, e il gap di oltre 3 decimi su una pista così corta non è certo un segnale positivo per la squadra di Maranello.

Oltre tutto, il muretto box della Ferrari ha rischiato non poco nel Q2, facendo uscire il tedesco solo negli ultimi minuti, perché se fosse arrivata la pioggia sarebbero stati guai seri, e anche il quattro volte campione del mondo sarebbe stato costretto a partire indietro nella gara di domani.