La McLaren punta molto sul gran premio di Spagna di formula 1 per dare una svolta alla stagione, per ritrovare quegli stimoli e quella competitività che sembra aver perduto da quando ha sposato la causa Honda e adottato le power unit giapponesi. Così, per la gara di Montmelò la squadra di Woking ha pensato di cambiare livrea alle sue monoposto.

Ecco dunque che la zone cromate della vettura inglese hanno lasciato il posto ad una verniciatura completamente opaca, con lo scopo dichiarato di migliorare la visibilità in gara, ma con l’intento, magari meno ufficiale, di chiudere definitivamente con il recente passato.

Dopo tutto, le Mercedes sono le vere frecce d’argento, e al momento avere una livrea simile non aiuta di certo, soprattutto alla luce dei risultati non paragonabili. Quindi, per dare un tocco di colore alla vettura di Woking sono aumentate le superfici rosse: adesso il frontale presenta una zona rossa centrale, mentre lo stesso colore si ritrova anche in alcune parti delle pance laterali e sulla copertura del motore.

L’auto, nonostante i cambiamenti, continua ad essere accattivante nell’estetica, d’altronde è una F1, e come tale ha già un suo fascino intrinseco. Bisogna vedere se gli sviluppi tecnici sono andati di pari passo con l’evoluzione estetica, perché se anche in quell’ambito ci fosse stata una rivoluzione, allora la stagione diventerebbe di certo più interessante.

Chiaramente, non è possibile attendersi dei miracoli dalla Honda, alle prese con la fase di svezzamento della sua power unit ambiziosa e decisamente sofisticata. Ma Alonso punta fermamente ad arrivare alla fase denominata Q3 nelle qualifiche, e questo è il segnale che i tecnici stanno lavorando duramente dalle parti di Woking.

Vedremo se il risultato andrà a braccetto con l’ambizione, nel frattempo dovremmo stare più concentrati durante le prove e in gara, per riconoscere una McLaren al primo colpo d’occhio e prendere familiarità con la nuova livrea che segna il ritorno del circus nel Vecchio Continente.