E’ un Felipe Massa ritrovato quello che ha corso in maniera magistrale il gran premio di Formula 1 di Monza. Il pilota brasiliano è salito sul gradino più basso del podio dopo aver tagliato il traguardo alle spalle di Hamilton e Vettel.

Si tratta di un risultato importante, per un campione che ha quasi sfiorato il colpaccio nel 2008, proprio in Brasile, salvo poi doversi accontentare di un secondo posto mondiale alle spalle di Hamilton. Gli anni trascorsi in Ferrari ci hanno permesso di conoscerlo meglio, e nelle ultime stagioni sembrava aver perso mordente, ma evidentemente alla Williams ha ritrovato concentrazione e motivazioni, visto che in più di un’occasione si è messo alle spalle un pilota come Bottas, da molti indicato come un futuro campione.

“Che sofferenza negli ultimi tre giri! Sono troppo vecchio per certe emozioni. Questo è un podio fantastico per me e per il team. Ringrazio tutti i tifosi perché mi regalano sempre emozioni incredibili e fantastiche”.

Le sue dichiarazioni, autentiche, rivelano la spontaneità del personaggio, che con Monza e con i tifosi italiani ha sempre un rapporto particolare, un pilota che, dopo il gran premio, trova anche la lucidità per analizzare i momenti più importanti della competizione e per dire la sua sui valori in campo.

“Sono partito abbastanza bene, non in modo perfetto ma buono abbastanza per superare due vetture più lente di me. Il passo era quello che ho mostrato in gara, non avrei potuto fare di più. Le Ferrari qui erano più veloci di noi e andavano davvero molto forte, quindi non direi affatto che fossero più lente delle aspettative. E’ stato Lewis a essere di un altro pianeta“!

Quindi complimenti ad Hamilton che, secondo il brasiliano è stato di un altro mondo. Chissà cosa penserà Massa quando saprà che il campione britannico ha corso con una pressione delle gomme inferiore a quella indicata dalla Pirelli?