Se c’è un pilota che può, anzi che deve recriminare per quanto è accaduto sulla pista di Silverstone, quello è senza dubbio Felipe Massa. L’ex driver della Ferrari, colui che in molti davano per finito, ha ritrovato una seconda giovinezza in formula 1, e nuovi stimoli al volante della Williams Martini; così, a Silverstone è sempre stato davanti ad un futuro campione come Bottas.

Massa è partito come un fulmine al via, intrufolandosi tra le due Mercedes e tenendo duro quando il compagno di squadra ha provato ad attaccarlo, ma nonostante tutto, complice la pioggia, e un’aerodinamica della monoposto inglese che soffre le condizioni di asfalto scivoloso, non è riuscito ad arrivare sul podio.

“Il mio è un sorriso a metà. Ho fatto una partenza incredibile e una bella lotta con chi era dietro, ovvero le Mercedes. Poi ho perso tempo nel pit-stop per pulire l’ala posteriore e non avevo visto che Lewis era rientrato perché era dietro di me. Con le gomme dure avevamo un buon passo, ma con la pioggia abbiamo sbagliato e ci siamo fermati troppo tardi, con un giro di ritardo rispetto alla Ferrari. Sono frustrato per aver perso un podio che avevamo in pugno”.

Certo, con il potenziale raggiunto da questa Williams, grazie ad un motore più potente, ed all’aerodinamica rivista, Massa avrà di sicuro altre possibilità di salire sul podio, ma per il momento è comprensibile che sia deluso, dopo un weekend in cui è stato quasi perfetto.

Così, mentre tutti parlano di Bottas, designato a sostituire Raikkonen sul sedile della Ferrari, Massa, che sulla Ferrari c’è stato, ha mostrato tutto il suo potenziale, ha guidato con esperienza, ed ha chiarito al team che potrà contare sul suo contributo anche in futuro.

Adesso, anche la Ferrari dovrà tenerlo d’occhio, non per il mercato, questo è chiaro, ma da qui alla fine della stagione, a Maranello sanno che dovranno fare i conti anche con Massa per salire sul podio.