Torna d’attualità il ritorno dell’Alfa Romeo in Formula 1, un’ipotesi suggestiva, che mette i brividi agli appassionati del Marchio del Biscione e diventa ancora più concreta dopo le dichiarazioni rilasciate da Sergio Marchionne alla Gazzetta dello Sport.

“In un momento di stabilità del gruppo Fca, l’Alfa Romeo per ribadirsi come marchio sportivo può e deve considerare la possibilità di tornare a correre in Formula 1. Come? Probabilmente in collaborazione con la Ferrari, in un classico esempio di un modello da seguire”.

Insomma, un team che potrebbe prendere spunto dal lavoro svolto a Maranello, anche se un motore Ferrari con il nome Alfa Romeo impresso sulle testate potrebbe suscitare qualche perplessità.  “Altrettanto non si poteva immaginare un marchio Red Bull accoppiato alla Ferrari! Lo dico perché mi criticano perché non ho dato loro il motore: o li vogliamo fuori o li vogliamo dentro. D’accordo con quelli che dicono che la Red Bull ha criticato troppo il motorista che aveva, ma alla fine bisogna anche tenere in piedi questo sport. L’importante è far entrare altre Case nei Gp”.

Ecco, altre case appunto, come l’Alfa Romeo, che non dovrebbe essere dipendente in tutto dalla Ferrari.  “No, l’Alfa Romeo è capace di farsi un telaio, così come è capace di fare i motori”. Insomma, un ritorno romantico nella massima formula, perché è lì che Marchionne la vede bene e non in altri campionati prestigiosi come il WEC, o alle prese con grandi classiche come la 24 Ore di Le Mans.

Quindi, è lecito sognare, magari ipotizzare un podio con monoposto Ferrari ed Alfa Romeo, per una Formula 1 che torni a parlare di più in italiano. A questo punto è altrettanto lecito sperare anche nell’arrivo di piloti italiani, magari in un team Alfa Romeo prima di meritare i galloni per approdare nella squadra corse di Maranello.

Vedremo se quest’ipotesi si concretizzerà, ma è chiaro che rivedere l’Alfa Romeo in Formula 1 sarebbe il massimo per gli estimatori del Brand.