Ci risiamo, ogni volta che Sebastian Vettel scende in pista accade qualcosa di magico, la speranza di vedere una Ferrari competitiva diventa concreta, e, sul bagnato, il pilota tedesco riesce sempre a ben figurare. Così, la prestazione di ieri al Paul Ricard, in occasione dei test delle Pirelli da bagnato, ha portato una ventata d’ottimismo tra i tifosi del Cavallino Rampante.

“E’ stato divertente guidare la SF15-T in queste condizioni anche se abbiamo girato tutto il giorno sul bagnato - ha spiegato Vettel – alla fine abbiamo usato questi test per provare differenti tipologie di gomme da bagnato. Non sappiamo cosa abbiamo provato. Con alcune abbiamo avuto buone sensazioni, con altre meno. Siamo venuti qua per effettuare questa prova e credo che Pirelli sia soddisfatta del lavoro fatto in questi due giorni. Oggi la pista era meno bagnata rispetto a ieri, c’era meno acqua. Abbiamo utilizzato le Full Wet nel corso della mattina, poi le Intermedie nel pomeriggio con meno acqua. Abbiamo cercato di avere un ritmo consistente per tutto l’arco della giornata”.

Non sono mancate delle parole in riferimento alla nuova Ferrari che toglierà i veli il 19 febbraio. “Non dovremo aspettare molto per vedere la nuova macchina. Ho potuto vedere come potrebbe essere e il team si sta preparando per terminarne la costruzione per presentarla. Poi verrà spedita a Barcellona in tempo per i primi test invernali 2016. Prima di Barcellona non ci sarà molto da fare se non prepararci al meglio fisicamente per i test e per la prossima stagione, ma anche al simulatore di Maranello. Cercherò di perdere tutto ciò che ho accumulato con le feste natalizie”.

Poi, ha cercato di tenere alto il morale della squadra, cercando di stemperare i proclami di vittoria di Marchionne. “E’ naturale, tutti noi vogliamo vincere. Se tu chiedi ai componenti del team tutti vogliono vincere. Il nostro gap dalla Mercedes era abbastanza ampio lo scorso anno, ma poi ci siamo avvicinati nella seconda parte della stagione. Difficile dire come andrà nel 2016. Noi cercheremo di vincere già in Australia ma se questo non accadrà dobbiamo ricordare che sarà solo il primo Gran Premio di 21 stagionali. Dovremo cercare di portare a casa più punti possibili e avvicinarci molto alle Mercedes. I test invernali saranno cruciali per iniziare al meglio la stagione”.