E’ Nico Rosberg, senza ombra di dubbio, l’eroe di queste qualifiche di Formula 1, a Sochi, il pilota tedesco è riuscito a liberarsi per la terza volta in stagione dell’ombra ingombrante di Lewis Hamilton, è sceso in pista con la giusta concentrazione ed è stato imprendibile.

Più di 3 decimi di vantaggio sul campione del mondo, maestro nel giro secco, sono veramente tanti, segno che Rosberg ha trovato un feeling maggiore con la Mercedes su questo tracciato e che domani ha tutte le carte in regola per vincere.

Vedremo se Hamilton si accontenterà del secondo posto in virtù della classifica, o se tenterà lo stesso di attaccare il figlio d’arte già dalla prima curva. Per adesso, Rosberg si gode la luce dei riflettori puntati su di lui, fatto piuttosto insolito in questa stagione, e analizza la sua qualifica perfetta.

“Sono davvero molto contento del risultato di queste Qualifiche. Fino a ora è stato un fine settimana difficile, complesso, perché abbiamo girato poco e non avevamo riferimenti. Però devo ammettere che oggi è andata davvero molto bene. Per quanto riguarda l’assetto della vettura siamo andati un po’ alla cieca, abbiamo tirato a indovinare, ma devo fare i complimenti ai miei ingegneri che hanno fatto un ottimo lavoro. Sono molto soddisfatto“.

Tutto perfetto dunque, almeno fino ad ora, domani, in gara, sarà un’altra cosa, ci saranno nuove incognite, strategie da pianificare al momento, e lo spettro della safety car che può entrare a scombinare i piani di Rosberg. Dunque, nonostante il distacco da Hamilton, l’occasione è troppo ghiotta, il figlio d’arte deve provarci, e magari sperare in un errore del compagno di squadra che possa consentirgli di accorciare le distanze nella graduatoria riservata ai piloti.

Certo, non sarà facile, ma su questo tracciato Rosberg sembra avere una marcia in più, forse saranno state le provocazioni di Hamilton a renderlo così determinato.