Le libere 2 del gran premio di Russia di Formula 1 hanno visto una Ferrari in gran spolvero, con Vettel che stava andando bene fino a quando non sono arrivati i problemi tecnici alla sua power unit, mentre Raikkonen ha potuto portare a termine il programma di giornata.

Ovvio che gli stati d’animo dei due piloti, come riporta il sito della Gazzetta dello Sport, siano differenti. “Pare che ci sia stato un problema elettronico: non è mai un bene quando non riesci a fare tutto il tuo programma di lavoro, ma Kimi ha girato tanto e bene. Credo che in qualifica abbiamo tanto migliorare perché al mattino la pista era sporca e non consentiva buoni tempi, mentre nel pomeriggio i progressi stavano arrivando e i tempi iniziavano a scendere. Ci mancano un po’ di informazioni per la gara visto che nel pomeriggio abbiamo girato pochissimo per il guasto, ma vedremo di trovarle nelle prove della mattinata del sabato. Per ora non siamo dove vorrei essere”. Ha spiegato Vettel.

Meno problematica a livello d’affidabilità la giornata di Iceman, che alle dichiarazioni di Vettel risponde con poche parole, comunque, non troppo ottimistiche. “Non è stata una giornata ideale: dobbiamo lavorare per rendere la macchina come vogliamo. Abbiamo faticato a trovare le condizioni ideali per fare buon giro, ma credo che potremo risolvere tutto. La nuova power unit? Il feeling è più o meno lo stesso”.

Insomma, c’è ancora da lavorare, e molto, ma è chiaro che adesso c’è solamente un turno di libere da sfruttare prima di arrivare alle qualifiche che determineranno la griglia di partenza. Qualifiche in cui, neanche a dirlo, i favoriti saranno i due piloti della Mercedes, che partendo davanti in una pista dove è difficile sorpassare, potrebbero mettere una seria ipoteca sulla vittoria finale.