Lo sapevamo, l’avevamo previsto, ma non ci aspettavamo un esordio così devastante della Red Bull a Montecarlo, in questa Formula 1 dominata dalla Mercedes! Per fortuna direte voi, anche se in tutto questo la Ferrari in difficoltà lascia perplessi.

Così, nelle libere 2 di Montecarlo Ricciardo è stato a dir poco superbo, supportato da una Red Bull con motore evoluzione decisamente a suo agio nel circuito cittadino. L’australiano con il sorriso sempre pronto questa volta sorride di soddisfazione, visto che Hamilton gravita a circa 6 decimi, in seconda posizione davanti a Rosberg, mentre il baby fenomeno, Verstappen è quarto a circa 9 decimi!

Roba da far gridare alla pole position già dal giovedì, mentre le Ferrari annaspano, con Raikkonen settimo e Vettel nono, autore di due toccate. Insomma, c’è da preoccuparsi, ma anche da gioire perché finalmente qualcuno può avere l’occasione di mettere le ruote davanti alle Mercedes anche se queste non si autoeliminano in partenza come in Spagna.

In tutto questo, dispiace non vedere Verstappen con il motore evoluto, perché, a questo punto, la differenza prestazionale è notevole e il giovanissimo olandese volante avrebbe potuto compiere l’ennesima impresa.

Dunque, vediamo cosa succederà domani, con la pole position a disposizione, se la Ferrari darà segni di risveglio, se la Mercedes si riprenderà la vetta, o se la Red Bull piazzerà un altro diretto sotto il mento alle frecce d’argento.

D’altra parte, le qualifiche nel GP di Formula 1 di Montecarlo, da sempre, sono fondamentali; oltre tutto, Ricciardo è vicinissimo al record di Schumacher del 2004, e potrebbe essere seriamente intenzionato a batterlo.