Continua l’evoluzione dei team di Formula 1, che nel 2016 non vedrà più la partecipazione della Lotus, ormai acquisita totalmente dalla Renault che correrà con una sua monoposto. Arriverà il team Haas, ma tra le squadre che cambieranno di più troviamo di sicuro anche la Manor.

Infatti, il team che lo scorso anno partiva sempre nelle ultime posizioni, e che veniva ripetutamente surclassato dalle monoposto avversarie, aspira a non essere più la cenerentola del circus iridato, grazie a dei profondi cambiamenti.

Come prima cosa, varia il nome, che non sarà più Manor Marussia, ma Manor Racing, questo per evidenziare un nuovo corso per la squadra, poi viene modificato anche il logo che rappresenta il team, una M nera su uno sfondo chiaro, semplice e diretta.

Ma non è tutto, l’organico è stato rivisto con figure di spicco, come Nicholas Tombazis, che proviene dalla Ferrari, dove aveva realizzato discusse monoposto, ma di cui è innegabile il valore a livello di progettista aerodinamico e che guiderà gli sviluppi nella galleria del vento.

Inoltre, da un altro top team come la McLaren, arriva Dave Ryan, che ricoprirà il ruolo di direttore sportivo. Comunque, la svolta più significativa arriverà nel settore motoristico, dove spicca la power unit griffata Mercedes.

Bene, considerando che lo scorso anno i team che andavano a punti erano in prevalenza motorizzati Mercedes, la Manor dovrebbe avere molte possibilità di crescere e di riguadagnare posizioni nello schieramento in griglia di partenza.

Resta da definire chi sarà al volante di queste monoposto, se i piloti dello scorso anno, come Stevens e Rossi, o Haryanto e Wehrlein, in lizza per far parte del club dei velocissimi driver della Formula 1.

Per saperne di più sulla nuova Manor bisognerà attendere il 22 febbraio, quando verrà svelata a Barcellona, durante la prima giornata di test collettivi della Formula 1. Un’occasione per metterla alla prova e vedere se possiede già dal debutto le qualità per risalire posizioni.