Se c’è un pilota che gongola, dopo il gran premio di Formula 1 del Brasile, quello è sicuramente Nico Rosberg, capace di centrare il suo secondo successo consecutivo durante la stagione e di battere, ancora una volta, Lewis Hamilton, il campione del mondo in carica, che quest’anno si è confermato proprio ai danni del figlio d’arte.

Certo, la gara è stata molto soddisfacente per Rosberg, che, comunque, ha ricordato, nelle sue dichiarazioni, come il suo pensiero sia rivolto ai fatti di Parigi, e a quell’azione bellica che ha sconvolto il mondo. Certo che sono contento per la vittoria, ma le sensazioni sono ovviamente contrastanti pensando a quanto accaduto a Parigi. Tutto è andato perfettamente, sono riuscito a controllare Lewis e non gli ho mai dato la possibilità di superarmi. Non so se frenavo in anticipo alla prima curva, forse Lewis faceva delle grandi staccate. Non ho avuto problemi con le soft, ho soltanto cercato di controllare il passo e di non commettere errori e non degradare le gomme; ho visto che Lewis ha avuto un gran degrado nel secondo stint e questo è stato importante nella lotta al vertice. Non volevo informazioni via radio per restare concentrato sulla guida”.

Ecco dunque, che il pilota tedesco spiega anche il suo atteggiamento con il muretto box, un comportamento deciso, che non voleva, e non accettava, interferenze durante la gara, visto che la lotta con Hamilton poteva farsi serrata da un momento all’altro.

Alla fine, con questa vittoria, Rosberg ritrova morale, e si pone in uno stato d’animo positivo per l’ultima gara stagionale ad Abu Dhabi, anche se erano altri i momenti del 2015 nei quali avrebbe dovuto fare la voce grossa e impensierire Hamilton nella rincorsa al mondiale piloti.

“Sicuramente è una bella sensazione vincere la seconda gara di fila partendo dalla pole. Tutto sto andando per il verso giusto al momento, sono contento. Non ho una spiegazione precisa del perché adesso sia tornato a vincere le gare, altrimenti sarebbe stato tutto molto più semplice, ma sto lavorando parecchio visto che Lewis ha avuto la meglio per gran parte della stagione. Sono contento di avere svoltato finalmente”.