Lo scorso gran premio d’Australia di Formula 1, oltre che per le qualifiche più noiose della storia della massima formula, poi riproposte per il prossimo appuntamento in calendario, verrà ricordato anche per il clamoroso incidente occorso a Fernando Alonso, da cui il pilota di Oviedo è uscito incolume.

Guardando le immagini, impressionanti, in molti avevano temuto il peggio, ma poi, quando Alonso è uscito da solo dall’auto capovolta, ridotta ad un ammasso di fibra di carbonio, si è capito che tutto è andato per il meglio, o quasi.

Perché poi, alla fine, il sedile, in prossimità della spalla, ha ceduto e questo è stato sufficiente affinché la FIA aprisse un’indagine sull’accaduto. E per farlo si baserà sulle immagini raccolte dalla microcamera High Speed Camera realizzata dalla Magneti Marelli che viene montata nel 2016 davanti la zona dell’abitacolo.

Questo piccolo quanto prezioso elemento, ha ripreso ogni istante del terribile schianto innescato da uno scontro ruota contro la ruota della Haas di Gutierrez alla velocità di ben 312 km/h.

E, altro particolare, le immagini sarebbero in alta definizione, per la precisione a 400 frame al secondo, per cui è possibile analizzare ogni momento e valutare il terribile stress fisico a cui è stato sottoposto, suo malgrado, Fernando Alonso incrociando i dati visivi con quelli derivanti dalla telemetria.

Insomma, una Formula 1 sempre più tecnologica che si avvale di un nuovo strumento per migliorare la sicurezza dei piloti che, presto, potrebbe essere anche utilizzato per analizzare, in movimento, le componenti aerodinamiche, con tutto quello che comporta a livello di eventuali penalizzazioni per le squadre troppo intraprendenti nell’interpretazione del regolamento.

Insomma, una sorta di grande fratello di cui gli uomini della FIA possono fare tesoro per studiare il mondo della Formula 1 da un’altra prospettiva e che rappresenta uno dei tanti elementi della rivoluzione silenziosa della massima formula che cambia, ma non riesce ancora a trovare la ricetta giusta per garantire maggiore spettacolo in pista.