Archiviati i test collettivi, che hanno evidenziato luci ed ombre dei vari team, la F1 si appresta a scendere in pista per il primo gran premio stagionale, quello di Melbourne, fissato per la giornata del 15 marzo. Per cui non c’è più tempo per nascondersi, per giocare a fare il tempo con gomme soft e con il serbatoio vuoto, adesso si fa sul serio e la sfida diventa reale.

Per questo la Ferrari si prepara con la consapevolezza di dover ancora scoprire le reali potenzialità degli avversari e, soprattutto, vive questi momenti d’attesa con trepidazione, in quanto bisogna ancora comprendere quanto gap sia riuscita a recuperare dalle monoposto della Mercedes.

In un’intervista rilasciata per il sito ufficiale Ferrari.com, Sebastian Vettel effettua delle considerazioni relative al suo primo gran premio al volante della Ferrari. “Durante l’inverno siamo riusciti a svolgere gran parte del programma di lavoro che ci eravamo prefissati. Ora è arrivato il momento di andare in pista e l’Australia ci dirà qual è il nostro livello di competitività. Il tracciato di Melbourne è molto bello ma essendo ricavato da strade aperte al pubblico è molto difficile perché l’asfalto presenta molte sconnessioni e di conseguenza è molto insidioso”.

Anche Kimi Raikkonen espone il suo punto di vista e si prepara alla sfida di una stagione in cui cerca un importante riscatto. “Conosco il team già da diversi anni ma devo dire che quest’anno l’atmosfera è molto buona, la gente è felice e lavora insieme in maniera molto affiatata. Credo che questo sia un buon segno e in più sembra che sia stata realizzata una buona vettura durante il periodo invernale. Ora però è il momento di andare in gara, che è dove davvero si capirà a che punto siamo”.

Bene, la squadra è carica, il morale è alto, e ci sono tutti i presupposti per iniziare con il piglio giusto. Di conseguenza, attendiamo le qualifiche per valutare la prestazione pura della Ferrari e la gara per capire le potenzialità sulla lunga distanza