Non c’è pace per Nico Rosberg, l’eterno secondo della Mercedes viene colto anche dalla sfortuna, proprio a Monza, dove poteva mettere in seria difficoltà Lewis Hamilton. Dei problemi tecnici alla power unit più evoluta hanno costretto il figlio d’arte ad utilizzare il motore sfruttato durante il gran premio di Formula 1 di Spa, con meno cavalli e più chilometri all’attivo.

Una delusione che ha comportato il quarto posto in griglia di partenza, proprio dietro le Ferrari di Raikkonen e Vettel. “Purtroppo prima delle qualifiche abbiamo dovuto cambiare il motore e ne ho dovuto prendere uno molto vecchio, che avevo già usato per sei gare. Sicuramente questo non è ideale su un circuito come questo, che è quello su cui c’è più bisogno di cavalli. Mi dispiace tanto di essere quarto, dietro alle due Ferrari, perché domani non sarà facile sorpassarle”.

Quindi Rosberg non può far altro che fare la gara sulle Ferrari, ma non su tutte e due, su una, perché superarla entrambe diventerebbe un’impresa difficile, anche per la sua Mercedes. Il guaio è che la freccia d’argento, senza il super motore non è più veloce della rossa e questo è sicuramente un punto di merito per gli uomini in rosso.

“Sarà una bella lotta fin dalla prima curva, ma come dicevo sarà difficile sorpassare le Ferrari, perché andiamo più o meno uguale. Bisognerà inventarsi qualcosa a livello di strategia o attaccarli in pista. Credo che sia possibile sorpassarne una, ma tutte e due è difficile”.

Dunque, la lotta con Hamilton non è nemmeno contemplata, con buona pace del campionato che è sempre di più nelle mani del campione del mondo in carica e rischia di terminare prima del solito e con un esito che appare più scontato che mai.

Vedremo domani se Rosberg, con una prova di carattere riuscirà a risalire posizioni importanti, soprattutto in partenza, l’unico momento in cui potrà giocarsi tutte le sue chance nei confronti dei diretti avversari.