Nonostante il secondo posto in Barhain, Kimi Raikkonen è consapevole che questa Ferrari può e deve fare di più per poter contendere il mondiale alla Mercedes, per questo ha ribadito il concetto prima di scendere in pista a Shanghai.

“Siamo ancora fiduciosi di quanto ha fatto il team nel corso dell’inverno, anche se le prime due gare della stagione non sono state ideali per noi per quanto riguarda i risultati. Abbiamo colto due podi, ma non centrare punti e non finire le gare con una delle due macchine non è quello che vogliamo. C’è ancora del lavoro da fare per quanto riguarda l’affidabilità, ma abbiamo la velocità. Se prendiamo in analisi le ultime Qualifiche del GP del Bahrain possiamo accorgercene”.

“Abbiamo un buon pacchetto, ma abbiamo bisogno di fare di più e renderlo migliore. La vettura è migliorata in ogni settore. Il team può lavorare su un pacchetto migliore rispetto allo scorso anno, ma non è ancora buono ai livelli che vorremmo. La vettura però è piuttosto buona e partiremo da questo assunto. Se devo scegliere, preferisco avere una vettura molto veloce. Sappiamo che possiamo fare meglio di quanto stiamo facendo”.

Per quanto riguarda la gara in Cina, Iceman mantiene la sua proverbiale freddezza quando parla dell’eventualità che possa piovere. “Ogni tanto piove qui, quindi non sarebbe nulla di nuovo qualora dovesse accadere anche in questa stagione. E’ già piovuto in Australia. Se dovesse piovere nel corso delle Qualifiche potrebbe cambiare le cose, ma non credo che il risultato finale possa discostarsi più di tanto da quanto dovremmo vedere sull’asciutto. Sarebbe più eccitante e più difficile, ma l’importante è che non piova nel bel mezzo delle sessioni, perché porterebbe i team a richiamare le vetture e non girare”.

Insomma, Raikkonen è pronto e spera che la Ferrari possa essere più competitiva in Cina, che poi sarebbe un bene per tutta la Formula 1.