Non è stata certamente la migliore stagione possibile quella di Kimi Raikkonen, tra rotture, incidenti e i tanti rumors di un eventuale allontanamento dalla Ferrari per il 2016, Iceman non è riuscito a dare sempre il 100% e ad ottenere i risultati sperati.

Adesso, con un gran premio ancora da disputare e con la fiducia rinnovata per il prossimo anno, guarda con ottimismo la prossima stagione ma non si sbilancia, consapevole delle difficoltà che comporta poter vincere un mondiale come fece nel lontano 2007.

“Ovviamente è sempre questo il fine, ma ho girato molte squadre del paddock per sapere che non ci sarà mai nessuno che vi dirà che costruirà una monoposto peggiore. Sono sicuro che la gente del team ha fatto il suo dovere e sono consapevole che abbiamo migliorato molto rispetto all’anno scorso”. Ha dichiarato a Motorsport.com.

Certo, non è che Raikkonen non abbia apprezzato tutti gli sforzi compiuti dalla Ferrari nel 2015, ma è chiaro che il 2016 sarà un grande punto interrogativo e che c’è ancora una distanza da colmare per raggiungere la Mercedes.

“L’intenzione è di fare un altro passo, ma questo non dipenderà solo da ciò che saremo stati in grado di fare ma anche da quello che sapranno fare le altre squadre. Il nostro impegno sarà stato sufficiente? Lo vedremo solo l’anno prossimo: sono sicuro che avremo una buona macchina, stiamo facendo tutti i passi giusti per andare nella direzione corretta, per cui sono molto contento. Mi auguro che l’anno prossimo si possa arrivare dove vorremmo essere, vale a dire lottare per la vittoria nell’arco di tutto il weekend”.

Vedremo cosa succederà, intanto, dopo l’ultimo gran premio stagionale, che si correrà ad Abu Dhabi il prossimo fine settimana, si potranno tirare le somme di un 2015 comunque positivo ed iniziare a lavorare per essere ancora più competitivi per il 2016, quando, si spera, la Ferrari potrebbe lottare alla pari con la Mercedes.