La notizia è di quelle che fanno il botto: la Formula 1 è in vendita! Evidentemente per il patron Bernie Ecclestone è arrivato il momento di capitalizzare tutto il lavoro svolto fino ad ora e di cedere l’incombenza di essere il numero 1 della massima formula a qualcun altro.

Ad annunciarlo è stato lo stesso Ecclestone in occasione di una videoconferenza presso il Camp Beckenbauer, mentre si discuteva in merito al futuro di tutti gli sport. Insomma, un fulmine a ciel sereno, in puro stile Bernie.

Secondo le sue dichiarazioni “ci sono tre gruppi interessati a rilevare la Formula 1 ed entro la fine dell’anno ci sarà un nuovo proprietario”. Ma non temete, Ecclestone non è destinato ad andare in pensione, in quanto, in base alle sue parole, “le società che vogliono acquisire i diritti della Formula 1 mi hanno chiesto di restare al mio posto”.

Appurato che l’attuale patron della massima formula rimarrà ancora per un bel pezzo nella stanza dei bottoni, resta da capire chi potrà rilevare le sue quote. In lizza ci sono Dietrich Mateschitz, ovvero il proprietario della Red Bull e Stephen Ross, a cui appartengono i Miami Dollphins.

Insomma, c’è da acquisire il 35,5% della Formula 1 e l’operazione non è certo uno scherzo, ma è chiaro che il re degli sport a motore fa senz’altro gola a molti e non mancherà chi vorrà succedere al manager inglese. Dunque, allerta massima nei prossimi mesi, quando capiremo chi muoverà i fili di questo spettacolo su quattro ruote.

Nel frattempo, il circus arriva in Russia, a Sochi, e riprende la caccia alle Mercedes, con Hamilton sempre più in fuga nella classifica piloti e le Ferrari speranzose di poter ambire al quarto successo stagionale. Insomma, the show must go on, come recitava una famosissima canzone dei Queen.