E’ stato il protagonista in negativo di una gara difficile per la Ferrari, dove la rossa non è riuscita ad arrivare a podio. Stiamo parlando di Kimi Raikkonen, incappato in un testacoda non appena ha montato le gomme soft, ed arrivato solamente quarto dietro a Bottas.

Evidentemente, quell’errore gli è costato caro, come ammette nelle dichiarazioni post gara. “Forse si, ma è successo qualcosa di strano, perché non sono riuscito a controllare l’anteriore e mi era successa la stessa cosa l’anno scorso. E’ un episodio sfortunato e sicuramente ha rovinato il mio risultato. Mi spiace per il team, ma ormai è andata così”.

In effetti, recuperare non sarebbe stato possibile, visto che in Canada, come spiega lo stesso Iceman, bisogna avere un occhio di riguardo al consumo di carburante. “E’ andata più o meno come ci aspettavamo, ma su questa pista è necessario risparmiare carburante e questo ha un po’ limitato la nostra velocità. Le gomme sono durate più o meno quanto ci aspettavamo e credo che abbiamo fatto il massimo da questo punto di vista”.

In linea con le previsioni, infine, il comportamento della nuova power unit, anche se Raikkonen avverte la necessità di un miglioramento generale della squadra per inseguire più da vicino le frecce d’argento. “Credo che abbiamo rispettato le aspettative, ma forse questo tipo di tracciato favorisce le Mercedes. Abbiamo del lavoro da fare e dobbiamo continuare a progredire. Non è il risultato in cui avremmo sperato questa mattina, quindi dobbiamo continuare a migliorare”.

Insomma, un pilota freddo nella sua analisi, perfettamente in linea con il suo soprannome, Iceman, un driver che poteva sicuramente fare di più, visto che più di qualcuno si è addirittura sbilanciato su una sua possibile vittoria in Canada, e che dovrà sicuramente migliorare il suo rendimento se vorrà essere un pilota Ferrari anche nella prossima stagione di formula 1.