Lewis Hamilton è carico, prima di iniziare a lavorare in pista per il gran premio di Formula 1 d’Ungheria, il campione del mondo risponde al suo compagno di squadra che ammette di aver avuto problemi ai freni durante la gara di Silverstone e ammette di non averne avuti.

Lo sottolinea, quasi in modo irriverente, poi però spiega che in Ungheria bisognerà stare attenti all’impianto frenante per via della tipologia del tracciato. “I miei freni hanno funzionato perfettamente a Silverstone, anche perché era un tracciato in cui non abbiamo dovuto sfruttarli in modo continuativo. In Ungheria le cose cambieranno. Dovremo stare attenti al clima, che sarà caldo, e a un tracciato che non fa respirare molto i freni, rischiando così di surriscaldarli. Questo Gran Premio sarà difficile proprio per la gestione dei freni, dovremo utilizzarli molto durante la gara, ma la prendo come una grande sfida”.

Poi ritorna ancora una volta sulla gara inglese, non pago delle affermazioni precedenti, con l’intento di rispondere per le rime a Nico Rosberg. “I miei freni hanno funzionato benissimo a Silverstone. Voglio solo che si sappia, se lui mi chiede qualcosa riguardo i freni, i miei andavano benissimo”.

Insomma, il duello tra i due è già ricominciato, e poco importa se sul podio inglese il rapporto non sembrava compromesso, visto che i piloti Mercedes si sono ritrovati a festeggiare insieme. Adesso è un’altra storia, si ricomincia da capo, un’altra gara li aspetta, e i due non si tirano certo indietro quando devono confrontarsi.

Per il momento è ancora in vantaggio Hamilton, che ha allungato anche nella classifica piloti, ma Rosberg è sempre in agguato, pronto a sfruttare qualsiasi errore del suo compagno di squadra. Oltre tutto, adesso che le altre squadre sembrano più lontane del solito, non dovrà preoccuparsi nemmeno di un attacco da parte di Vettel o di una delle Williams, per cui sarà concentrato esclusivamente sulla sfida con Hamilton.