Il campionato di Formula 1 2016 è ufficialmente riaperto, visto che Hamilton ha praticamente azzerato il distacco da Rosberg con una vittoria da dominatore a Silverstone. Il pilota di casa, dopo la pole position, è partito alla grande ed ha dominato la corsa dall’inizio alla fine.

Adesso, ha solo 1 punto di svantaggio da Rosberg, ma se si pensa alla distanza in classifica di qualche tempo fa, viene da chiedersi come abbia fatto il figlio d’arte a perdere così tanti punti in pochi gran premi. Comunque, la gara, iniziata in regime di safety car per la pioggia copiosa che ha bagnato la pista prima dello start, è stata un colpo al cuore per tutti gli appassionati.

Fortunatamente, quando la Mercedes AMG GT con le luci d’ordinanza è uscita di scena, lo spettacolo è iniziato, e Verstappen ha fatto capire a tutti, una volta di più, di essere un vero funambolo. Le due Mercedes e le Red Bull sono rimaste fuori mentre gli altri entravano a montare le intermedie e questo le ha avvantaggiate, perché, subito dopo, l’ingresso della safety car ha consentito ai primi di cambiare le gomme e di rientrare con le intermedie mantenendo le posizioni di testa.

Quindi, Verstappen ha incantato tutti con un sorpasso all’esterno su Rosberg prima che la pista iniziasse ad asciugarsi. Poi c’è stato l’azzardo di Vettel, il primo a montare le slick e subito dopo seguito da tutti gli altri. Ma il tedesco della Ferrari, impegnato in una furibonda rimonta, ha commesso un errore, perdendo posizioni, ed è stato costretto a lottare nelle retrovie.

Nel frattempo, tra piloti che andavano in testa coda con grande facilità e le Mercedes che tornavano ad essere astronavi, Rosberg riusciva a ridurre il gap da Verstappen, ma poi, prima di passarlo, doveva sudare le proverbiali 7 camice..

Comunque, alla fine, proprio Rosberg, con il cambio rimasto in settima, è stato costretto a chiedere l’aiuto al muretto box che, riferendogli le informazioni giuste, gli ha permesso di terminare la gara, anche se poi ha perso la seconda posizione per via di una penalizzazione, dovuta proprio alla comunicazione con i box, vietata in certe circostanze.

Quindi, dietro ad Hamilton, nella classifica di gara finale, troviamo Verstappen, e Rosberg, poi un’altra Red Bull, quella di Ricciardo, in quarta posizione, e solamente quinta la Ferrari di Raikkonen. Con Vettel nono preceduto anche da Perez, Hulkenberg e Sainz. Completa la top ten Kvyat.