Nonostante una partenza pessima, nella quale è stato risucchiato dal gruppo, il campione del mondo in carica di Formula 1, Lewis Hamilton, ha avuto modo di risalire fino alla seconda posizione grazie all’incidente occorso a Gutierrez e ad Alonso, e ad una strategia vincente. Ma il numero 44 della Mercedes ammette che non sarebbe riuscito a superare le Ferrari se queste non avessero sbagliato strategia e avessero montato le gomme medie.

“La bandiera rossa ha diviso in due la gara, ma è stata la stessa cosa per tutti. Io ero molto indietro e sarei potuto andare molto peggio se chi mi precedeva nella prima parte di gara avesse deciso di mettere la gomma media. Non sarei riuscito a superarli. Ho chiesto una gomma differente e abbiamo avuto la strategia migliore. Per quanto riguarda la partenza è stata davvero orrenda. A volte parti bene, altre volte no. Credo di aver avuto del pattinamento delle ruote, ma non so per quale motivo. Sono finito molto indietro. Poi ho cercato di restare concentrato”.

Intanto, Rosberg si è aggiudicato la prima vittoria stagionale, partendo decisamente meglio rispetto al 2015, e questo da morale al figlio d’arte che si sente carico per la stagione. Così, Hamilton non ha risparmiato una critica al suo compagno di squadra riferendosi alla partenza.

“Nico alla prima curva mi ha spinto fuori dalla pista. Io ho cercato di evitare l’incidente. E poi ho cercato di recuperare”. Ecco, è bastato un duello, un arrivo davanti di Rosberg, per riaccendere una rivalità mai sopita, e così, Hamilton ora dovrà preoccuparsi anche del compagno di squadra, battuto per due anni di seguito, oltre che della Ferrari, decisamente più in palla del passato e pronta a puntare al bersaglio grosso.

Nel frattempo, il primo duello con Vettel è stato vinto da Hamilton, e questo può essere l’unico aspetto favorevole che il campione del mondo può cogliere da questa gara divisa a metà.