Lewis Hamilton è frustrato e non potrebbe essere altrimenti dopo l’ennesimo inconveniente tecnico, il secondo di fila in due weekend consecutivi, che potrebbe costargli caro in classifica. Il campione del mondo domani si ritroverà a scattare dalla decima posizione, se non peggio, e farà una gran fatica, a meno che non accada qualcosa che cambi le sorti del gran premio di Formula 1 di Sochi targato 2016.

“Il problema dovrebbe essere lo stesso di due settimane fa, sarà un’altra gara in salita. La cosa frustrante è che il guasto si è manifestato solo al termine della Q2, prima non c’erano state avvisaglie. Ho iniziato a perdere potenza in accelerazione e mi sono dovuto fermare, tutto qui”.

Logico che sia infastidito, dopo tutto ha il diritto di esserlo, come ha spiegato anche Toto Wolff, il team principal della Mercedes. “E’ una situazione bizzarra, sembra che abbiamo accusato lo stesso inconveniente già visto a Shanghai e questo significa che dobbiamo riconsiderare le cause che hanno portato al guasto. E’ il motorsport e queste cose possono accadere. Sfortunatamente questo problema si è verificato nuovamente sulla vettura di Lewis. Sembra che la sfortuna si sia impossessata di lui mentre dall’altra parte del garage sembra andare tutto per il verso giusto. Ma Nico se lo merita. Lewis sta affrontando tutti questi problemi con un grande spirito. Sta diventando dura, e sono certo che ne verrà fuori presto, ma ha tutto il diritto di essere turbato”.

Comunque, il campione del mondo ha reagito alla grande, con spirito battagliero, rispondendo accalorato ai giornalisti. “Cosa volete che vi dica? Quest’anno va così, ho già perso un sacco di punti per problemi di affidabilità e anche domani probabilmente sarà la stessa cosa. Partirò dal fondo? Probabilmente sì, ancora una volta. Proverò a rimontare”.

E ce la metterà tutta, potete starne certi! “Le chance per il titolo sono compromesse? Non mi arrendo di certo”.