Sarà il secondo titolo mondiale consecutivo appena messo in bacheca, sarà la soddisfazione per avere raggiunto Ayrton Senna nella speciale classifica dei mondiali vinti in Formula 1, o semplicemente la consapevolezza di avere il miglior pacchetto degli ultimi anni a disposizione, fatto sta che Lewis Hamilton da due gran premi è a secco di vittorie e sembra non avere più gli stimoli di quando doveva giocarsi il titolo.

In Brasile, per esempio, è arrivato provato dall’incidente che ha avuto a Montecarlo con la sua Zonda, poi ha tentato di avvicinarsi a Rosberg, ma in fin dei conti, non ha mai provato un assalto degno di questo nome, al punto che non è riuscito nemmeno a prendere la scia del suo compagno di squadra.

Alla fine, sotto accusa è il circuito brasiliano, che pure è molto gradito al campione del mondo in carica. “La strategia è stata buona. Il team si aspettava una maggiore durata delle gomme ma io non ero sicuro di questo sin dall’inizio ed in effetti non è stato così. Io amo questo circuito, ma è davvero difficile superare: ti avvicini ad un secondo di distanza ma poi perdi il carico aerodinamico e non riesci ad avvicinarti di più. Il DRS non si può utilizzare abbastanza a lungo per fare la differenza, quindi ho cercato di capire se potevo adottare un’altra strategia per lottare con Nico, purtroppo non c’erano alternative. La strategia a tre soste sulla carta sembrava quella più lenta, ma alla fine si è dimostrata la più veloce perché le gomme erano più prestazionali”.

Non mancano i complimenti a Nico Rosberg, che adesso riceve parole più morbide da Hamilton, ora che la posta in palio non è più così importante. “Avevo un buon passo ma non riuscivo a superarlo. Mi sono trovato nel traffico ed ho usurato troppo le gomme. Avevo un margine minimo ma non riuscivo ad avvicinarmi abbastanza per cercare di superare. Purtroppo abbiamo adottato la stessa strategia ed è stato difficile riuscire a battagliare, però dovevo anche pensare a gestire le gomme e questo ha impedito qualunque duello che è quello che vorrebbe vedere il pubblico. Non sono riuscito ad avvicinarmi abbastanza e la gara è stata piuttosto noiosa. Nico nelle ultime gare sta facendo delle qualifiche incredibili e non commette alcun errore in gara, gli faccio i miei complimenti”.