Fernando Alonso non prenderà parte al Gran Premio del Bahrain per decisione dei medici della Formula Uno. La decisione è stata presa in seguito al brutto incidente del pilota spagnolo della McLaren al GP d’Australia, a Melbourne.

Sono passate due settimane dal primo Gran Premio della stagione 2016 ma secondo i medici della Fia, presenti a Sakhir, Alonso non è in grado di scendere in pista per affrontare un week end a bordo della monoposto della McLaren.

“La comparazione delle Tac toraciche ha evidenziato miglioramenti insufficienti a consentire la disputa della gara in sicurezza è stata richiesta un’ulteriore Tac prima del prossimo Gran Premio di Cina e i risultati saranno analizzati prima di consentire a Fernando Alonso di gareggiare lì”.

Una scelta saggia da parte dei medici del Circus iridato che hanno sostenuto un deficit fisico, e mentale, da parte del pilota. La sicurezza, giustamente, viene prima di tutto, soprattutto dopo un incidente grave come quello che ha subito il pilota della McLaren.

Il pilota asturiano della McLaren ha commentato cosi la decisione dell’organizzazione della Formula 1: “E’ normale che da parte mia ci sia disappunto e delusione. Io volevo gareggiare ma comprendo la decisione”. La McLaren, al posto dello spagnolo farà debuttare il 24enne belga Stoffel Vandoorne.

Lo spagnolo, inoltre, ha sottolineato quanto si sia preparato per tornare in pista: “Ce l’ho messa tutta, speravo di poter correre. Sono stati giorni difficili, sentivo del dolore ma pensavo di poter essere in pista e con l’adrenalina della gara sopportare il dolore. Questa decisione è una cosa logica e non c’è altra soluzione. Non sono sicuro al 100% che potrò correre, dovremo fare delle altre prove e la Fia valuterà”.