Alla fine non c’è stata nessuna penalizzazione, la Mercedes ed Hamilton hanno vinto sul campo, battendo gli avversari a suon di giri veloci e con una strategia di gara priva di errori. L’investigazione della FIA per le pressioni degli pneumatici delle frecce d’argento e il comportamento del muretto box della Stella a Tre Punte avevano insinuato più di un dubbio, ma a quanto pare, come si evince da un comunicato, tutto è stato risolto.

“Avendo sentito il Delegato Tecnico, i Rappresentanti del Team e della Pirelli, gli Stewards hanno determinato che la pressione dei pneumatici in questione era alla pressione minima di inizio consigliata da Pirelli quando sono stati montati. All’atto della misurazione i Commissari Sportivi hanno osservato che le coperte di riscaldamento dei pneumatici erano state scollegate dalla fonte di alimentazione, come è normale procedura, e i pneumatici erano significativamente sotto la temperatura massima ammessa al momento della misurazione della FIA sulla griglia, con temperature significativamente diverse da altre macchine misurate sulla griglia. I Commissari Sportivi sono soddisfatti che il team ha seguito la procedura attualmente specificata, sotto la supervisione del produttore di pneumatici, per il funzionamento sicuro degli stessi. Pertanto, i Commissari Sportivi decidono di non dover dare seguito. Tuttavia, i commissari raccomandano che il Produttore di gomme e la FIA organizzino ulteriori incontri per fornire una guida chiara per le squadre sui protocolli di misurazione delle pressioni”.

Dunque, nessuna penalizzazione, nessuna vittoria a tavolino, ma una precisazione ad essere più scrupolosi. Resta da capire quanto e come avrebbero potuto influire sulle prestazioni della Mercedes di Hamilton determinate pressioni degli pneumatici, ma a quanto pare, non dovrebbero essere state determinanti ai fini dell’esito della gara, altrimenti la FIA avrebbe agito diversamente.

Resta dunque il grande vantaggio di Hamilton su Rosberg e per la Ferrari l’appuntamento con la vittoria a Monza è rimandato al prossimo anno, quando la rossa sarà competitiva per il mondiale come ha dichiarato Marchionne nel corso del weekend brianzolo.