Non è certamente il Valtteri Bottas più in forma della stagione, quello che abbiamo visto durante le qualifiche del gran premio di formula 1 di Montecarlo, la sua Williams non è stata veloce come altrove, e alla fine le sue qualifiche si sono rivelate un autentico disastro.

Il pilota finlandese non è andato oltre il Q1, e non potrebbe essergli di consolazione nemmeno l’eliminazione di Massa nel Q2, qualcosa è andato storto, e non c’è stato feeling con un tracciato impegnativo, che di solito esalta i piloti più talentuosi.

“Penso che il traffico sia stato il problema più grosso. Quando sono uscito dai box mi sono ritrovato delle altre vetture davanti e quindi non sono riuscito a scaldare bene le gomme. Poi ho avuto un unico giro a disposizione e a quel punto non sono riuscito a sfruttare la macchina come avrei voluto”.

Infatti, nonostante l’impegno, il cronometro l’ha condannato a partire nelle retrovie, trasformando il gran premio del Principato di Monaco in una gara in salita, considerando tutte le difficoltà che comporta per via delle sue caratteristiche.

Ne è consapevole Bottas, che comunque non demorde e promette di vendere cara la pelle durante la gara, quando, si sa, potrebbe succedere di tutto. “Sicuramente non sarà facile, perché Monaco è una delle piste peggiori nella quale partire dietro e purtroppo siamo lì. Proverò a fare del mio meglio per arrivare a punti, sperando che sia possibile”.

Insomma, è realista, ma pronto alla battaglia, d’altra parte, ormai non ha niente da perdere. Comunque, una cosa è certa: se vuole ambire al posto di Raikkonen in Ferrari dovrà impegnarsi di più, soprattutto su piste come queste, dove il contributo del pilota è superiore rispetto ad altri tracciati.

Di conseguenza, le qualifiche di oggi potrebbero rappresentare già una bocciatura per il suo eventuale approdo nella scuderia di Maranello.