Con il 13esimo podio stagionale, Sebastian Vettel ha battuto il record dei piloti Ferrari al primo anno d’attività. E questo la dice lunga sulle sue motivazioni al volante della rossa, con la quale spera di cogliere risultati ancora più importanti il prossimo anno.

Intanto, Seb è contento per quanto è riuscito ad ottenere nel gran premio del Brasile di Formula 1. Una gara nella quale la Ferrari ha fatto tutto ciò che era in suo potere per tentare di sopravanzare le Mercedes. “Eravamo troppo lontani per mettere pressione alle Mercedes, ma eravamo sicuri di avere un buon margine sulle vetture alle nostre spalle, quindi abbiamo provato a fare qualcosa di diverso. Abbiamo montato le gomme soft ed alla fine è stata un’ottima scelta, mi sono trovato benissimo anche meglio rispetto alle medie. Purtroppo c’era troppo traffico per avere un beneficio ancora maggiore e per recuperare ulteriore terreno, ma credo che la situazione fosse la stessa per loro che erano davanti. L’idea era di provare una strategia diversa, sapevamo che con la soft saremmo andati lontano, la macchina andava piuttosto bene ed alla fine avevamo un’ottima velocità e con la pista libera siamo riusciti a recuperare un po’ di gap, anche se credo che Nico stesse controllando senza spingere”.

Ancora una volta dunque, le frecce d’argento erano troppo veloci, ma la distanza, spiega il tedesco, è diminuita molto durante il 2015.  ”E’ stata comunque una gara positiva in termini di distacco dalla Mercedes e dimostra che stiamo lavorando sodo in questo momento. Loro sono in una condizione di grande forza visto che hanno lavorato bene in passato. Hanno una power unit fortissima ed una macchina altrettanto competitiva, così’ come i loro piloti stanno facendo un grande lavoro. Se guardiamo alla nostra power unit possiamo dire che i nostri motoristi hanno fatto un miracolo. Non c’è nessuno che abbia fatto un progresso paragonabile a quello che abbiamo fatto noi e lo stesso dicasi per la macchina. Se guardiamo dov’era la Ferrari l’anno scoro credo che i nostri ragazzi abbiano realizzato una vettura molto competitiva sin dall’inizio e poi siamo riusciti a migliorare”.

Quindi ci sarà da lavorare duramente durante l’inverno per azzerare il gap.  ”Altri hanno avuto le stesse opportunità di migliorare nel corso della stagione, ma credo che noi siamo migliorati molto di più. Durante l’inverno ci sarà la possibilità di fare un altro grande passo avanti, e questo vale anche per gli altri, ma il nostro obiettivo sarà quello di fare un passo più grande rispetto alla concorrenza”.