E’ raggiante Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, dopo le qualifiche del gran premio di Formula 1 di Singapore, quelle che hanno decretato la pole position della Casa di Maranello dopo 61 gran premi e che hanno portato Sebastian Vettel a conquistare la prima casella sulla griglia di partenza.

Così, ai microfoni della Rai ha dichiarato: “la gara è domani. Come dico sempre, i punti non si fanno al sabato. Questo però è quello che avremmo voluto regalare ai nostri tifosi a Monza e lo abbiamo fatto qua con una grande squadra, un grandissimo Sebastian ed anche un grande Kimi”. Quindi un risultato rimandato di una settimana, che comunque da morale al gruppo e soprattutto indica agli uomini del Cavallino Rampante che stanno procedendo nella direzione giusta.

Infatti, gli ultimi sviluppi sulla SF15-T iniziano a produrre risultati importanti, forse più grandi di quanto ci si potesse aspettare, per cui appare logico elogiare la squadra e tutte quelle figure fondamentali che lavorano dietro le quinte. “Ho sempre detto che i nostri sviluppi sono graduali e che noi lavoriamo con passione e determinazione. Ora si gira pagina e bisogna già iniziare a pensare alla gara di domani”.

Già, la gara, quando sarà indispensabile correre con determinazione e ferocia agonistica perché in Formula 1 non c’è spazio per le esitazioni e per fermarsi a guardare quanto di buono è stato fatto, bisogna solamente guardare avanti. Come sottolinea lo stesso Arrivabene: “bisogna sempre andare all’attacco in questo sport, non ci si può fermare mai”.

Quindi aspettiamo la gara di domani, nella quale avremo nuove risposte e poi iniziamo a pensare e a cercare di capire quanto potrà andare forte questa Ferrari da qui alla fine della stagione, perché Vettel ha dichiarato di voler andare sempre all’attacco e forse potrebbe esserci la possibilità per la squadra di Maranello di togliersi altre soddisfazioni.

Insomma, qualcosa inizia a girare in Formula 1, con la Ferrari di nuovo protagonista già dal sabato.