La McLaren per il momento è la grande delusa della stagione, la sua monoposto è ancora lontana dalle migliori, ma continua a migliorare costantemente, anche se bisogna ammettere che tutti si sarebbero aspettati di vederla in ben altre posizioni.

A farne le spese, ovviamente, è anche Fernando Alonso, un pilota competitivo ai massimi livelli, che scalpita per avere una monoposto all’altezza delle sue qualità di guida. Ma il cammino verso il successo è lungo e tortuoso, soprattutto quando si ha a che fare con una power unit rivoluzionaria che necessita di una messa a punto complicata per funzionare alla perfezione e risolvere i problemi di affidabilità.

Intanto, Alonso ha centrato l’obiettivo di entrare nel Q2, ovvero alla seconda fase delle qualifiche, durante il weekend di formula 1 del Bahrain, ma è pronto ad ampliare il suo traguardo, spostando la sua ambizione a prendere parte, dal ritorno del circus in Europa, nel Q3. Da Barcellona sono attese grandi novità anche in Casa McLaren, e Alonso non vede l’ora di provarle.

“Sono soddisfatto a metà. Sono felice di essere entrato in Q2 e di aver finito vicino alla zona punti, ma l’affidabilità è ancora un problema come abbiamo potuto vedere da quanto accaduto alla vettura di Button. Ora avremo giorni fondamentali per porre rimedio alle nostre mancanze. Quando hai un back to back (due gare consecutive in due weekend) è impossibile migliorare la vettura, ora invece avremo l’opportunità di farlo”.

Così, le speranze sono riposte nelle evoluzioni previste per il gran premio di Barcellona, dove però anche gli altri faranno un ulteriore passo avanti. “A Barcellona arriverà il primo step evolutivo molto grosso, poi andremo a Monte Carlo con degli sviluppi dedicati a quel particolare tipo di pista. Nelle gare europee dobbiamo puntare alla Q3 costantemente”.

Dunque, un Fernando Alonso con tanta voglia di tornare ad essere protagonista, e con un grande ottimismo: dopo tutto, se la Ferrari è riuscita a risalire la china così velocemente, non è detto che la McLaren non possa fare un passo avanti fondamentale dopo questa prima fase di stagione da dimenticare.