Fernando Alonso non vede l’ora di correre davanti ai suoi tifosi nella gara di casa, ma è ovvio che la sua mente vada indietro di circa 3 mesi, quando rimase vittima di un incidente, a dir poco strano, durante i test, che lo costrinse a qualche giorno d’ospedale.

Allora, ci furono diversi rumors sulla vicenda, arrivarono smentite dalla McLaren e dallo stesso Alonso, ma francamente, rimane ancora un certo scetticismo sull’accaduto. Così, è chiaro che alla vigilia della gran premio di formula 1 di Montmelò si sia ritornati sull’argomento.

“ Nessuna preoccupazione – rassicura Alonso parlando dell’accaduto – il recupero è stato un po’ più lungo del previsto, l’impatto mi ha fatto ritardare l’inizio della stagione, ma il ricordo mi dà solo motivazione a fare un bel risultato. In ospedale mi ha curato uno degli staff migliori che si potesse avere, farò una cena con loro”.

Convenevoli a parte, il campione d’Oviedo dovrà fare i conti con una McLaren ancora lontana dal suo vero potenziale, ma, nonostante sia andato via dalla Ferrari con l’esigenza di avere subito una macchina vincente, ostenta tranquillità e invita tutti ad avere pazienza nei confronti della squadra inglese e della Honda.

“In Bahrain abbiamo fatto un bel passo avanti. Siamo qui per vincere gare e salire sul podio, un passo alla volta”. Come a dire: ci sarà bisogno ancora di altre gare prima che la McLaren torni ad essere protagonista. Intanto la vettura è stata aggiornata e rinnovata nella livrea, e magari la cosa ha anche un significato scaramantico, quasi a segnare l’inizio di un nuovo corso.

Nel frattempo, anche se non lo dice, Alonso, proverà un po’ di quella sana invidia sportiva nei confronti di Vettel, che ha preso il suo posto in Ferrari, e adesso si ritrova per le mani quella monoposto che lui aveva atteso invano per 2 stagioni.

Vedremo se il due volte campione del mondo, nella gara di casa, riuscirà almeno ad entrare nella terza fase delle qualifiche, che rappresenta il suo obiettivo dichiarato del fine settimana.