Nel momento più difficile della stagione, James Allison, il responsabile del progetto della SF16-H, lascia il team del Cavallino Rampante, aprendo ufficialmente la crisi della Ferrari in Formula 1. Eppure, lo scorso anno c’erano stati segnali interessanti, ma evidentemente, le zero vittorie del 2016, fino ad ora, e i tanti problemi tecnici occorsi alle monoposto, hanno lasciato il segno.

“Il team desidera ringraziare James per l’impegno e il sacrificio profusi in questo periodo passato assieme e gli augura successo e serenità per i suoi futuri impegni”. Ha dichiarato il team principal Maurizio Arrivabene. Parole a cui fanno eco quelle di Allison: “negli anni passati in Ferrari, in due periodi distinti e con ruoli diversi, ho avuto modo di conoscere e apprezzare il valore della squadra e delle donne e degli uomini che ne fanno parte. A loro va il mio ringraziamento per questa grande esperienza professionale e umana. Auguro a tutti un futuro felice e pieno di soddisfazioni”.

Insomma, una situazione, propiziata anche dalla tragedia familiare che ha colpito l’ingegnere della Ferrari, che adesso lascia il suo posto a Matteo Binotto, il responsabile delle power unit, che sta facendo un ottimo lavoro. Vedremo se la squadra di Maranello tenterà di prendere un progettista affermato o se concluderà la stagione con le attuali forze presenti nel team.