Un sondaggio commissionato dalla Ford negli Stati Uniti mostra che genitori e figli adolescenti percepiscono i mesi invernali come i più pericolosi per la guida dei ragazzi. Inoltre il 73% dei giovani e l’83% dei genitori considera i pericoli di una guida distratta paragonabili a quelli della guida in stato di ubriachezza. Tuttavia, proprio gli adulti tendono a usare il telefono guidando, per il 40% in più rispetto ai giovani. I genitori sono preoccupati per la sicurezza dei propri figli alla guida, ma solo il 26% usa dispositivi che migliorano tale sicurezza nelle abitudini di guida. Un altro dato emerso dal sondaggio riguarda le differenze di comportamento in relazione al genere: i maschi tendono maggiormente ad assumere comportamenti di guida aggressivi, mentre le femmine sono più soggette a distrazioni di natura sociale.

Tuttavia le statistiche ufficiali sugli incidenti, compilate dall’ente americano per la sicurezza stradale, tracciano un quadro molto diverso dalle percezioni degli utenti. Dal 2007 al 2011 sono risultati i mesi estivi quelli col maggior numero di incidenti mortali con adolescenti coinvolti.

Per quanto riguarda la distrazione, dal sondaggio risulta che il 62% degli adolescenti ammette di lasciarsi distrarre dagli altri passeggeri; il 61% dichiara di bere o mangiare durante la guida; il 42% afferma di alzare il volume della radio talmente forte da non sentire i rumori dell’ambiente circostante; il 51% dice di usare un riproduttore di file musicali.

Poiché solo il 26% dei genitori usa dispositivi per limitare questo tipo di distrazioni, la Ford propone la sua tecnologia MyKey, che consente di programmare a distanza alcune limitazioni, come ad esempio velocità massima e volume della radio.

Un altro intervento della casa dell’ovale blu in tema di sicurezza per i giovani è il programma “Driving Skills for Life”: ha finora coinvolto circa 40mila studenti americani e insegna ai giovani guidatori a destreggiarsi con maggior sicurezza nelle situazioni di rischio tipiche della guida comune.