La Ford è sempre in prima linea per quanto riguardo lo sviluppo di sistemi di sicurezza, è così anche su una vettura come la Mustang, un autentico classico dell’automobilismo mondiale, non sorprende che la Casa dell’Ovale Blu abbia trovato una soluzione innovativa per un componente fondamentale in caso d’impatto: l’airbag per le ginocchia.

Sulla muscle car infatti, debutterà il primo dispositivo per salvaguardare le ginocchia, inserito direttamente nel cassetto porta oggetti. Si, avete capito bene, non più strutture che costringono ad impiegare parte dello spazio dell’abitacolo destinato alle gambe di conducente e passeggero per trovare loro un alloggiamento, ma una rivoluzionario involucro che fa risparmiare centimetri preziosi.

Infatti, il materiale plastico con cui è realizzato l’airbag in questione, permette di trovare posto al dispositivo di sicurezza tra la parte interna e quella esterna del cassetto porta oggetti. Basta considerare che lo spazio di cui necessita è di 46 centimetri in lunghezza e di 28 centimetri in larghezza, senza dimenticare i benefici in termini di peso, visto che quest’ultimo è inferiore del 65% rispetto ad un airbag convenzionale.

Insomma, una protezione per le ginocchia che non si vede, non si percepisce, ma che, in caso di necessità, è presente eccome, visto che impiega solamente 20 millisecondi per uscire fuori dal portaoggetti e proteggere gli arti inferiori.

Chiaramente, realizzare una soluzione così audace ed innovativa ha comportato ore di studio e di ricerca, e la realizzazione di diversi prototipi che consentissero di testare la nuova tecnologia compatibilmente ai nuovi ingombri previsti.

Comunque, è bene ricordare che la nuova Ford Mustang può contare su 8 airbag di serie, e che è già stata premiata negli USA per il livello di sicurezza raggiunto. Al punto che non è solamente un riferimento nella sua categoria, ma anche all’interno dell’esigente mercato del Nord America. Una piazza da sempre molto particolare per le richieste severe in materia di sicurezza rivolte ai costruttori.