La leggenda si rinnova, dopo aver fatto la felicità degli appassionati che attendevano il suo sbarco nel Vecchio Continente, la Ford Mustang viene rivista in occasione del Model Year 2017. Niente di profondo, per carità, squadra che vince non si cambia, piuttosto un leggero lifting per essere sempre al passo con i tempi.

Infatti, la novità che colpisce di più è un design più affilato del frontale, con nuovi gruppi ottici, un cofano più basso e dotato di nuovi sfoghi d’aria che rendono la mise della Mustang ancora più cattiva. Cambiano anche i paraurti, mentre al posteriore della 5.0 spicca un nuovo spoiler che presenta due porzioni centrali.

Ecco, una delle vetture più iconiche dell’Ovale Blu cambia, di poco, per essere ancora più competitiva ed affascinante, ma sotto il cofano, per la variante americana, sparisce il V6 3.7. Rimangono invece, per tutti i mercati, le motorizzazioni 2.3 Ecoboost e 5.0, con il V8 che continua a ruggire anche con il nuovo scarico proposto in opzione, capace di rendere le unità della vettura in questione ancora più appaganti nel sound.

Interessante infine, la possibilità di gestire alcune funzionalità dell’auto da remoto, come vuole la tendenza attuale che vede sempre più affini auto e smartphone. Dal punto di vista della guida quindi, dovrebbe cambiare poco, perché l’auto, con il multilink posteriore ha già acquisito un vantaggio innegabile rispetto alla generazione precedente, mentre le prestazioni assicurate dal motore turbo a 4 cilindri e dal V8 aspirato sono più che soddisfacenti per chi cerca una guida adrenalinica in circuito durante i track-day.

In attesa di conoscere i prezzi per il nostro mercato, ipotizziamo il consueto rapporto qualità/prezzo della Ford Mustang che ha fatto la fortuna del modello pre-restyling.