Se c’è un’auto che ha segnato più di ogni altra l’edizione 2015 del salone di Detroit, quella è sicuramente la Ford GT. Una supercar estrema, senza compromessi, capace di lasciare a bocca aperta per via di una linea al tempo stesso classica e moderna, dai tratti futuristici ma dal sapore antico.

Studiata per garantire il miglior carico aerodinamico in ogni situazione, vanta uno spoiler posteriore che si regola autonomamente in base alle necessità del caso. Ma è tutto l’insieme che impressiona per il gioco di luce tra le linee, per le aperture che conferiscono carattere alle sue forme sinuose e per il doppio scarico centrale che ricorda i postbruciatori di un caccia. L’interno, minimalista e hi-tech, presenta una strumentazione digitale, lo sterzo che riprende quello delle F1, ed il sistema d’infotainment SYNC 3.

Dietro la cellula dell’abitacolo in fibra di carbonio, in posizione centrale, troviamo un V6 EcoBoost da 600 CV che sprigiona una forza bruta alle ruote attraverso la doppia sovralimentazione. Un’unita che perde 2 cilindri rispetto alla precedente, ma che non rinuncia alla potenza grazie all’effetto del turbo, pur diminuendo consumi ed emissioni.

Per saperne di più bisognerà attendere la fine del prossimo anno, quando dovrebbe entrare in produzione, ma i collezionisti sono già pronti con l’assegno in mano.