Finalmente, con il salone di Ginevra, la Ford GT è sbarcata anche in Europa, dove non ha certo sfigurato nel confronto con i bolidi del Vecchio Continente tirati a lucido per la rassegna elvetica. Con il suo stile futuristico che strizza l’occhio alla tradizione, la GT è decisamente accattivante e, dal vivo, è ancora più bella.

Ma non è tutto, durante la kermesse ginevrina, il direttore del reparto Ford Performance, Dave Pericak, ha spiegato che la Casa dell’Ovale Blu vuole mantenere una certa esclusività del modello, limitando la produzione annua solamente a 250 unità.

Inoltre, è stato comunicato anche il prezzo, che sarà di circa 400.000 dollari, quindi, al cambio, circa 370.000 euro. Una cifra senz’altro impegnativa, commisurata alla tipologia di vettura ed all’esclusività dell’auto in questione.

La Ford GT è stata sviluppata a partire dalla fine del 2013, ed è stata il frutto di un lavoro segreto, effettuato nelle ore notturne in un seminterrato. In seguito, si è rivelata la grande sorpresa del NAIAS di quest’anno, a Detroit, dove ha stupito tutti con la soluzione tecnica relativa al motore: un propulsore centrale twin-turbo V6 EcoBoost in grado di sviluppare una potenza superiore ai 600 CV.

Realizzata con pannelli della carrozzeria in fibra di carbonio, frontale in alluminio, telai ausiliari posteriori ed altre componenti votate alla sicurezza, la supercar a stelle e strisce si annuncia estremamente reattiva alla guida, e promette una dinamica che non teme le più agguerrite concorrenti europee.

Alla Ford inoltre, non hanno fatto mistero che la loro sportiva di punta sarà in produzione entro la fine del prossimo anno, e che verrà commercializzata in seguito come model year 2017. Certo, il suo prezzo non sarà alla portata di molti, ma bisogna dire che la GT rappresenterà un’alternativa esotica a vetture del calibro della Lamborghini Aventador, e tutto sommato, presenterà un listino decisamente inferiore a quello delle cosidette hypercar, ma non risulterà di certo meno affascinante.