Il grande Ken Block, re del rally acrobatico, enormemente popolare sul web con la sua serie “Gymkhana” su You Tube, si è intrattenuto ieri con alcuni giornalisti europei in un breve Hangout di Google+.

Il pilota americano è solito compiere queste acrobazie al volante di una Ford Fiesta RS appositamente preparata. In questi giorni egli si trova in questi giorni a Budapest per mostrare agli appassionati ungheresi le proprie evoluzioni, questa volta a bordo di una Ford Fiesta ST EcoBoost 1.6 di serie. Block è anche impegnato in Gran Bretagna nella preparazione del campionato di Rallycross, al quale parteciperà in tutte le gare con una Ford Fiesta ST RX43 curata dalla M-Sport, l’azienda britannica che da anni prepara le vetture Ford per i rally.

Durante l’Hangout, al quale ha partecipato anche la redazione di Leonardo.it, Block ha parlato del proprio rapporto con il campionato mondiale di rally, al quale partecipa saltuariamente. Durante l’ultimo rally del Messico, disputato agli inizi di marzo, si è classificato al settimo posto assoluto, affiancato dal navigatore Alex Gelsomino. E questa sarà l’unica partecipazione al Wrc per quest’anno. “Le gare del Wrc sono una mia grande passione e mi piacerebbe ottenere risultati importanti. Ma per poterlo fare è necessario disputare stagioni complete. Io invece sono un pilota eclettico, mi piace correre in diversi tipi di competizione. Inoltre i miei sponsor puntano maggiormente sugli altri eventi. Le cose vanno così”.

E la Gymkhana? Com’è nata quest’idea? “Alcuni anni fa c’era un piccola serie di competizioni nel sud della California, e avevo preparato una macchina specifica per quelle gare. Ma quando avevo finito, gli organizzatori avevano smesso di fare le gare. Quindi avevo deciso di girare il primo video, proprio nel luogo dove si tenevano quelle competizioni. L’idea era di creare più gare di rally sull’asfalto, e poi si è trasformata in un grande successo dal punto di vista della popolarità”.

Qui sotto potete vedere il video dell’Hangout con Ken Block.

E qui sotto la gallery dell’evento di Budapest “BlockBuster”

Foto credit: Ford in Europe – CC 2.0