Dopo aver già dominato nel 2012, 2013 e 2014, la Ford Fiesta è risultata essere l’auto compatta più venduta in Europa anche nel 2015. Un successo che sembra non avere freni, quello della piccola dell’Ovale Blu, che ormai da quattro anni monopolizza il mercato dell’auto del suo segmento. Segno che i clienti sono soddisfatti, che l’auto piace, che le innovazioni che ogni anno vengono presentate sicuramente hanno quel qualcosa in più rispetto ad altri competitor del medesimo segmento.

La Ford Fiesta continua a essere, nel tempo, il modello più apprezzato dai clienti europei che cercano un’auto compatta grazie alla modernità del suo design, alla efficienza dei suoi motori e alla brillantezza delle dinamiche di guida che da sempre la caratterizzano.
Ford ha venduto in Europa, nel 2015, 315mila Fiesta, con una crescita del 2% rispetto alle 310mila del 2014.

Di queste, oltre 40mila sono state vendute in Italia, esprimendo una crescita del 9% rispetto alle 37mila del 2014. In Italia, inoltre, la Ford Fiesta è risultata essere anche l’auto a GPL più venduta in assoluto nel 2015: “Che si tratti dell’efficienza della versione ECOnetic o della sportiva ST, una delle ‘hot hatch’ più celebrate in assoluto, i clienti europei continuano a trovare nella Fiesta e nella sua versatilità la risposta alle loro esigenze di mobilità personale”, ha dichiarato Roelant de Waard, Vice Presidente, Marketing, Vendite e Servizi, di Ford Europa.

Ford Motor Company occupa quasi 200.000 lavoratori in ben 67 stabilimenti in tutto il mondo. Negli ultimi anni l’Ovale Blu ha deciso di seguire un preciso percorso di crescita, avvicinandosi al mondo automotive tramite i settori connettività, mobilità, guida autonoma, esperienza del cliente e tecnologie ‘big data’, nell’ambito del proprio Smart Mobility Plan.

Sarà stato anche questo, molto probabilmente, a permettere alla Ford Fiesta di confermarsi al primo posto delle vendite europee del suo segmento di mercato, dal momento che ormai i clienti cercano, oltre alla vetture, anche tutto quello che gli ruota attorno. E dunque, spazio sì alle alte prestazioni, ma anche a connettività, futuro e voglia di innovare.