Nessuno sfugge alla legge del restyling, nemmeno un’auto di successo come la Ford Explorer, che al Salone di New York, un evento partito nella giornata odierna, debutta in una variante rivista. Bisogna ammettere che il modello in questione non è stato rivoluzionato, ma ha subito aggiornamenti a livello tecnologico.

Dal punto di vista estetico sono da annoverare dei leggeri ritocchi sia nella vista anteriore che in quella posteriore. In particolare, davanti è la grande calandra la protagonista, mentre dietro sono i gruppi ottici ad attirare l’attenzione. Comunque, nel complesso, la vettura risulta molto pulita nel suo design essenziale.

A livello di motorizzazioni troviamo 3 unità, si va dal 2.3 EcoBoost da 230 CV, fino ad arrivare al V6 3.5 Ecoboost da ben 365 CV, mentre l’unità intermedia è rappresentata dalla variante del V6 3.5 da 290 CV. Ma il vero salto di qualità è quello tecnologico.

Infatti, se la sicurezza attiva è ai massimi livelli, come ci si aspetta, la Ford Explorer stupisce per il nuovo SYNC Connect, che consente di chiudere le portiere da remoto e di svolgere altre funzioni attraverso lo smartphone. Inoltre, la vettura dell’Ovale Blu, all’occorrenza, può fungere anche da hotspot Wi-Fi per collegare fino a 10 dispositivi in contemporanea.